ToDream

Il nuovo Urban District di Torino (en) The new Urban District of Turin

Progetto (en) Project

L22 Retail, DDlab, Atmos

Cliente (en) Client

Romania Sviluppo SRL

Luogo (en) Location

Torino, Italia (en) Turin, Italy

Periodo (en) Time frame

2019 - in corso (en) 2019 - ongoing

Area

85.000 mq (en) 85.000 sqm

Servizi (en) Services

Masterplan, concept, progetto preliminare, definitivo ed esecutivo e lighting design (en) Masterplan, concept, preliminary, final and executive project, lighting design

Un ambiente davvero unico in cui shopping, food, divertimento, green life, sport, accoglienza e business si incontrano e creano socialità: perché l’esperienza genera un valore tanto più alto quanto più lo spazio è condiviso.

Nelle loro diverse declinazioni, Leisure, Food, Entertainment devono comporre un’offerta caratterizzata da una sempre maggior diversificazione nei Retail mix più evoluti, ma possono anche avere un importante impatto dimensionale nell’equilibrio complessivo di un Mall commerciale. Quando ciò avviene è richiesta una nuova narrazione che sappia assimilare l’esperienza Retail a un “24h journey” in grado di relazionare acquisto, ristoro, intrattenimento indoor e outdoor, attività sportiva e, eventualmente, anche ospitalità e business nella dimensione di una vera e propria “microcittà”, colmando distanze anche notevoli e connettendole con una paesaggistica attrezzata e qualificante.

Un nuovo Urban District

Il progetto di Lombardini22 per TO DREAM a Torino rappresenta questo nuovo concetto di offerta commerciale: un vero e proprio Urban District che si propone come un grande polo d’attrazione regionale per tutti i target, luogo di riferimento per l’offerta commerciale, di servizi, ristorativa e di entertainment del Piemonte e di una vasta area del Nord-Ovest italiano.

Un generoso bacino d’utenza

TO DREAM nasce dalla riqualificazione dell’ex area industriale Michelin a Torino – un’operazione che non prevede, quindi, alcun ulteriore consumo di suolo – e si trova in una posizione privilegiata. Porta d’ingresso alla città da Nord-Est, al centro di un importante snodo viario che lo rende facilmente raggiungibile dal nord-ovest della Lombardia, TO DREAM occupa un punto strategico in grado di attrarre un’ampia platea di visitatori: 1,6 milioni di residenti entro i 30′, circa 3,8 milioni entro i 75′, con redditi medi e tassi di disoccupazione che rispetto alla media nazionale compongono un bacino d’utenza davvero numeroso e di qualità.

I numeri

A queste cifre TO DREAM risponde con numeri altrettanto importanti. In un’area di intervento di 270.000 mq, l’Urban District si sviluppa su una superficie complessiva di 85.000 mq di cui: 45.000 mq di negozi, ristorazione e servizi a comporre un Open Mall di ultima generazione con i migliori operatori nazionali e internazionali, 23.000 mq di attività ludico ricreative, Hotel, palestra, 17.000 mq di Retail Park, oltre a un’area parcheggio per 4.000 posti auto. Nel dettaglio sono previsti: 100 attività, 25 ristoranti, 8 sale cinema, arena eventi, palestra, area ludica e Hotel 4 stelle. Il tutto circondato da un’ampia area verde di oltre 45.000 mq che filtra Corso Romania – raddoppiato in tutta la sua lunghezza e arricchito di un percorso ciclabile per agevolare la mobilità dolce – e promette ai visitatori di rilassarsi, giocare, fare sport.

Un Open Mall sostenibile, ludico e green

Il concept progettuale è un Mall a cielo aperto, il cui design assorbe diversi riferimenti storici e naturalistici del contesto e li articola in una lunga promenade.

La promenade commerciale

Una sequenza che inizia a ovest con una “piazza bassa”, sviluppata intorno a una torre piezometrica preesistente, dove l’immaginario architettonico guarda alle costruzioni rurali piemontesi e alle preesistenze di archeologia industriale. Continua con un elemento di transizione, una grande scalinata di socializzazione in legno che dà accesso al piano commerciale rialzato, questo ispirato alla tradizione storica della città di Torino e ai suoi eleganti portici – ben 18 km di arcate nel centro cittadino di cui 12,5 km costituite da portici interconnessi e continui – qui reinterpretati con ampi archi dal disegno minimale e contemporaneo. La stessa pavimentazione si rifà al brecciolino e allo sterrato tipico delle cascine piemontesi, mentre nei percorsi porticati è più dura e lapidea.

Fulcro del percorso è la food-court, spazio ampiamente naturalistico dotato di abbondanti dehor, grandi porzioni verdi e sistemi di ombreggiamento in legno formalmente ispirati al tema vegetale delle foglie. Declinata dolcemente verso il parco lineare che fiancheggia Corso Romania attraverso una collina verde, la food-court è la piazza centrale dell’intero sviluppo e anticipa un arricchimento del piano commerciale con una nuova tipologia: un secondo livello “pop-up”, trattato con la stessa logica delle facciate ad arco, con destinazione uffici in massima parte occupati dall’headquarter direzionale di Michelin. Questo sviluppo, articolato in due fasi rispettivamente di 25.000 mq (con attività commerciali, ristorazione e servizi) e di 20.000 mq (con negozi, servizi e parco attrezzato), si snoda per oltre 1 km collegando le diverse parti e funzioni vicine.

Entertainment e non solo

Un secondo elemento di transizione – una passerella aerea dal verde pensile che persegue l’immagine di un giardino spontaneo – segna l’inizio di un nuovo percorso esperienziale che traghetta il visitatore nel mondo del Leisure: un vero e proprio villaggio di oltre 23.000 mq che comprende spazi dedicati non solo al divertimento ma anche alla formazione e all’istruzione. Non solo Entertainment, quindi, ma anche Edutainment.

Introdotta da una nuova food-court coperta superiormente da un grande velarium con tende scorrevoli e affiancata da un “percorso stimolante” – itinerario multisensoriale finalizzato ad aumentare l’esperienza del visitatore prima ancora di accedere agli edifici dedicati all’intrattenimento e allo sport –, l’Area Entertainment è un polo aperto a tutti, giovani, famiglie, scolaresche. L’offerta è ricca e raccoglie la sfida di bilanciare formati noti e consolidati con esperienze inedite che possano attrarre per il loro carattere di novità: dal cinema multisala ai kart elettrici di ultima generazione, dai percorsi avventura alla realtà virtuale, dai tappeti elastici zero-gravity alle attività sportive indoor e outdoor, oltre a un’arena eventi da 1.500 posti, un Hotel 4 stelle e un’area ristorazione affacciata su un’ampia fascia verde in continuità con i percorsi green cittadini.

Retail Park

L’area dedicata alle attività ludico-ricreative fa parte della terza ed ultima fase di sviluppo dell’Urban District che comprende anche un Retail Park di 17.000 mq, dove un grande specchio d’acqua convertibile in area per eventi, insieme con altre aree dedicate allo sport e alla ristorazione, comporranno una grande piazza attrezzata a servizio delle medie superfici commerciali circostanti: un punto di riferimento per lo shopping torinese inserito in un piacevole contesto paesaggistico.

Paesaggio e sostenibilità per tutti i sensi

Il tema del Landscape è infatti un aspetto fondamentale dell’operazione. Parallelamente a Corso Romania un grande parco lineare affiancherà tutto lo sviluppo del complesso con un’attenta scelta della vegetazione: circa un chilometro di verde attrezzato con percorsi ciclopedonali, percorsi salute per il work-out e filari alberati per mitigare l’impatto della strada ad alto scorrimento posizionata a nord. Gli stessi parcheggi a raso esterni sono pensati in ottica paesaggistica: oltre ad ospitare grandi aiuole per alberature ad alto fusto, saranno infatti trattati con autobloccanti policromi che riprodurranno i colori tipici della campagna piemontese. Un paesaggio che integra i già attenti principi di sostenibilità architettonica e impiantistica che informano il progetto TO DREAM – dall’uso di materiali naturali, alle energie rinnovabili per oltre 1 MW di fotovoltaico, al riciclo delle acque piovane e di scarico – per qualificare l’intero contesto e offrire un’esperienza sostenibile percepita con tutti i sensi.