S32 Fintech District

Il progetto impiantistico della nuove Torre Sassetti

Progetto (en)Project

L22 Engineering & Sustainability, L22 Urban & Building

Cliente (en)Client

Invesco

Servizi (en)Services

Due diligence, analisi edificio, concept, progettazione architettonica, impiantistica e strutturale, pratiche autorizzative, certificazione CENED e LEED Platinum, analisi acustica e requisiti passivi, progetto e certificato VVF, coordinamento della sicurezza, responsabile dei lavori, fit out 

Luogo (en)Location

Milano (en)Milan

Area

6.000 mq (en)6.000 sqm

Fine lavori (en)End of work

2017

La torre si trova nella zona di Porta Nuova, nella frangia di tessuto urbano che proviene dal quartiere Isola e si dissolve a est verso un’area di recente trasformazione, che culmina nel palazzo della regione.

Il building è stato oggetto di una significativa opera di riqualificazione urbanistica in chiave sostenibile, sviluppato per l’ottenimento delle più elevate prestazioni in termini di risparmio delle risorse, efficienza energetica, soluzione dei materiali, illuminazione a ridotto consumo e qualità dell’ambiente interno, nel rispetto pertanto dei più elevati standard progettuali e realizzativi richiesti dal certificato LEED Platinum.

Posizione strategica

L’immobile è collocato in prossimità di servizi e infrastrutture che promuovono la riduzione della mobilità veicolare mediante sfruttamento di mezzi di trasporto alternativi (mezzi pubblici, biciclette…).

Soluzioni impiantistiche

Scelte progettuali accuratamente valutate mediante modellazione energetica dinamica secondo le specifiche ASHRAE. Il comportamento dell’edificio è stato simulato in fase di progettazione -  sulla base di un file climatico - per la scelta della soluzione più adeguata perl’edificio/impianto, e in sede di verifica - audit energetico - per stimare l’andamento dei consumi dell’edificio annuali, stagionali, mensili e giornalieri. La valutazione del fabbricato ha suggerito un apparato impiantistico (meccanico ed elettrico) composto di 2 coppie di unità polivalenti condensate ad aria, 2 UTA (unità trattamento aria) per piano condestinazione uffici, UTA dedicate per palestra, ristorante e cucina, impianto fotovoltaico da 20 kWp. L’impianto di illuminazione con luci LED è integrato con sensori di presenza nei locali a occupazione saltuaria e con sensori di luce diurna negli spazi regolarmente occupati, al fine di ridurre i consumi elettrici per l’illuminazione interna, controllando i tempi di accensione in funzione dei livelli di illuminamento naturale misurati in ambiente. Sono state individuate precise scelte progettuali con lo scopo di ridurre i consumi dell’acqua potabile per un utilizzo consapevole della risorsa. In particolare le essenze vegetali piantumate nell’area richiedono un ridotto fabbisogno idrico, adattandosi al tipo di terreno di coltura appositamente utilizzato.