Holcom HQ

Il nuovo landmark di Beirut

Un’identità forte in un dialogo aperto tra le culture e tra modernità e tradizione

Progetto

L22 Urban & Building

Cliente

Holcom Sal

Servizi

Progetto architettonico e direzione artistica

Luogo

Beirut, Libano

Area

35.000 mq

Fine lavori

2015

Holcom HQ nasce dall’idea di unire nello stesso edificio più di 20 società appartenenti alla holding con una presenza fortemente iconica nel paesaggio urbano di Beirut.

Il progetto interpreta l’identità di Holcom con un concept denso e allo stesso tempo diversificato, basato su una serie di layers che ai vari livelli sviluppano diverse funzioni, dalle warehouses agli spazi ufficio avanzati, il tutto avvolto in una doppia pelle che, con gli spazi interni, forma un unico sistema coordinato e coerente.

Sviluppato su 7 livelli fuori terra per 35.000 mq di superficie, Holcom H.Q. può accogliere fino a 1.000 persone e diverse organizzazioni contemporaneamente con un progetto che ha puntato su una virtuosa combinazione di fattori:

. Equilibrio tra valorizzazione delle superfici e massima vivibilità degli spazi (aree verdi, terrazzi, luoghi comuni, uffici, parcheggi, conferenze)

. Gestione razionale dei flussi interni ed esterni

. Ottimizzazione di tutti gli aspetti energetici e ambientali

. Flessibilità degli spazi interni (space planning e scelte architettoniche)

. Rappresentatività architettonica capace di un dialogo aperto tra modernità e tradizione

L’edificio si presenta con un primo, forte segno caratterizzante: la facciata, interfaccia di mediazione tra modernità e tradizione figurativa dell’area culturale in cui sorge il complesso. Costituita da una griglia metallica e elementi cromati, uniti in moduli eterogenei che, insieme, creano un effetto ‘random’, la schermatura dona unità a tutto il corpo dell’edificio. 

Il carattere dell’edificio è la sua doppia pelle, progettata secondo due sistemi: un curtain wall vetrato e continuo, posizionato a venti centimetri oltre il bordo di soletta per permettere il posizionamento di una fascia di coibentazione termica e acustica, e una schermatura esterna. La pelle esterna crea un pattern dinamico che stempera la massa dell’edificio e conferisce unità alla sua articolazione volumetrica.

Flessibilità e tecnologia sono la chiave di volta del business concept.

Le sottrazioni e tripartizioni dei volumi, oltre a dare luminosità e vivibilità allo spazio interno, definiscono anche i flussi pubblici e privati, in un sistema in cui spazi di lavoro e di relazione sono allo stesso tempo distinti e comunicanti a ogni piano.

I nuclei di supporto sono il tessuto connettivo delle diverse funzioni aziendali. Uno schema che ha permesso layout di piano lineari ed efficienti, organizzati sul modulo funzionale di 1,5 metri che ordina tutti gli elementi in un sistema coerente e flessibile, dalla facciata al pavimento sopraelevato, fino al controsoffitto che segue e accompagna il modulo con una struttura a telaio multifunzionale la quale ospita partizioni in vetro, corpi illuminanti e altre componenti (aerazione, tende, barriere acustiche) tutte riposizionabili.

Lo stesso principio di flessibilità nel tempo ha governato lo stacking plan, mirato a valorizzare tutti gli spazi dell’edificio, dai mezzanini con aree ufficio a quelle aree la cui profondità di piano possa adattarsi a parcheggi, depositi o nuove funzioni di supporto con semplici ed economici accorgimenti: per rispondere alle necessità future di un grande edificio che raggruppa più di 20 società sotto un unico tetto.

L’edificio è inoltre il risultato di accurati movimenti volumetrici: con patii interni, pozzi di luce e integrazione nell’architettura di elementi naturali (vegetazione mediterranea, vasche d’acqua, ecc), anche per equilibrare i tassi di umidità.

Grande rilevanza ha il progetto del verde: 3 chiostrine contenenti piante di bamboo alte 10 mt, 5 alberi di 8 mt a far ombra nelle due terrazze, 18 alberi a ricreare il precedente muro di confine, un bosco di agrumi di 500 mq composto da 65 piante di 5 differenti specie, e un muro vegetale di 90 mq al piano terra di fronte all’ingresso delle lobby principale. Questi impatti di verde, percepibili da ogni piano e da ogni blocco dell’edificio, creano un’atmosfera rilassante e sensibile, senz’altro unica in tutto il circondario composto prevalentemente da un edificato industriale o da riqualificare.