Brera

Un mix funzionale capace di donare maggiore vitalità al il contesto (en)A functional mix injecting fresh life into its setting

Un nuovo modo di vivere la città, più sostenibile e sensibile, votato alla qualità dello stare nei luoghi (en)A new, more sustainable and conscientious way of inhabiting the city focusing on a place’s quality

Progetto (en)Project

L22 Urban & Building, L22 Engineering & Sustainability

Cliente (en)Client

Alleanza Toro SPA

Servizi (en)Services

Studio di fattibilità, progettazione architettonica definitiva ed esecutiva, progettazione meccanica ed elettrica (en)Technical feasibility, architectural, M&E and structural design (concept, scheme and design development)

Luogo (en)Location

Milano (en)Milan

Area

7.080 mq (en)7.080 sqm

Fine lavori (en)End of works

2014

Il principale obiettivo: raggiungere una classe energetica in linea con le recenti aspettative del mercato immobiliare.

L'intervento di riqualificazione dell'immobile si inserisce in un contesto nobile, nel centro storico di Milano, che affronta oggi un nuovo modo di vivere la città, più sostenibile e sensibile, votato alla qualità dello stare nei luoghi.

Nell’ottica di rinnovamento del quartiere di Brera, con il completamento della pedonalizzazione che consolida la natura di eccellenza e rappresentatività dell’area nella città di Milano, la proprietà intendeva anche adeguare l’immobile, riqualificandone l’immagine complessiva che oggi disegna e caratterizza un luogo importante e strategico per la città.

Nella riqualificazione dell’intero immobile è stato previsto il mantenimento di tutti i piani a destinazione terziario e alla ridistribuzione della SLP del piano rialzato e seminterrato per la creazione di attività commerciali. Se pensiamo che l’edificio occupa Via Fiori Chiari per circa 60 metri con un basamento senza incremento di qualità, intuiamo che si è trattato di un intervento di grande importanza che ha aperto nuove vetrine e portato luce e attività in tutta l’area.

Per gli altri piani è stato invece previsto il mantenimento della destinazione uffici, con l'apertura di nuove superfici vetrate, sui fronti Nord e Sud del corpo di fabbrica, al fine di aumentare la luminosità degli spazi di lavoro.

L’intervento ha riguardato principalmente il miglioramento delle performance energetiche dell’edificio: uno degli obiettivi raggiunti infatti è stato il miglioramento della classe energetica, in linea con le recenti aspettative del mercato immobiliare, per raggiungere la Classe B. 

Dal punto di vista estetico l'intervento di riqualificazione si è posto l'obiettivo di conservare la presenza austera e sobria dell'immobile, proponendo soluzioni che non fossero invasive sul già monumentale contesto. A seguito di confronti con la Soprintendenza, l’edificio è vincolato, ci si è concentrati sulla valorizzazione degli elementi architettonici esistenti, individuando per tutti l'aspetto da migliorare ed enfatizzare.

“Per Lombardini22 si tratta di un intervento delicato, chirurgico - sottolinea Marco Amosso, socio fondatore della società di progettazione milanese – che esprime la capacità di valorizzare patrimoni immobiliari in un’ottica di convivenza fra uffici e commerciale in un mix funzionale capace di donare maggiore vitalità, non solo all’edificio, ma a tutto il contesto, con grande attenzione alla identità dell’edificio e del luogo!”.

(en)

Main aim: to attain an energy rating in line with the latest expectations of the property market

The project to redevelop the property is incorporated in an upmarket setting in downtown Milan, which is currently adopting a new, more sustainable and conscientious way of inhabiting the city focusing on a place’s quality.

As part of plans to redevelop the Brera district by completing a pedestrianisation process emphasising the area’s distinctiveness and elevated status in the city of Milan, the owner also set out to adapt the property, enhancing to create an important and strategic location for the city.

The renovation of the entire property involves maintaining the services-purpose of all the different floors and redistributing the SLP on the mezzanine and underground levels to create retail activities. Bearing in mind that the building takes up approximately 60 m along Via Fiori Chiari, this is clearly an extremely important project creating new shop window spaces and bringing light and activity into the entire area.

As regards the other floors, the plan was to keep them as offices while opening new glass windows along the north and south fronts of the building to make the workspaces more brightly lit.

The project mainly involved improving the building’s energy rating: one of the targets achieved was to raise its energy rating to Class B in line with the latest expectations of the property market.

From an aesthetic viewpoint, the renovation project sets out to maintain the property’s sober and austere appearance by incorporating solutions that did not impact too strongly on what is already a monumental setting. After discussions with the Superintendent’s Office, the building was placed under restrictions and constraints, so it was decided to focus on enhancing the existing architectural features to make them stand out as best possible.

“This was a delicate, surgical operation for Lombardini22 - so Marco Amosso emphasised, a founding member of this Milanese architectural design company - showcasing its ability to enhance properties by bringing together office and retail functions as part of a functional mix capable of livening up not just a building but an entire setting, focusing strongly on the identity of both the building and its location!”.